Vacanze in barca: a vela, motore, caicco o catamarano

Navigare tra Elba, Sardegna e Eolie o spingersi verso Grecia, Croazia e Turchia

Una vacanza in barca è il sogno di molti: sole, mare, relax, il vento tra i capelli e il profumo della salsedine rappresentano l'ideale per molti. Le destinazioni da prendere in considerazione sono varie, restando in Italia ci sono le meravigliose e suggestive Isole Eolie, la Sardegna modaiola o anche quella più defilata, la natura dell'Isola d'Elba o delle coste della Puglia e il fascino della Costiera Amalfitana.

Spostandoci un po', ma non molto, si può sempre optare per l'affascinante Corsica, la misteriosa Turchia o la luminosa e ventosa Grecia. Queste non sono altro che le mete più gettonate, ma ci si può realmente sbizzarrire come ad esempio con una crociera nel Mar Baltico tra Danimarca, Germania e Svezia o alle Isole Canarie, alla scoperta di Lanzarote e Fuerteventura.

Per quanto riguarda le barche si può scegliere tra barche a vela, a motore, yacht e catamarani. E non preoccupatevi se non avete la patente nautica per guidare una barca. Le possibilità di affittare una barca con skipper a bordo non mancano di sicuro.

Negli ultimi anni poi è esplosa la moda del caicco, un tipo di barca di origine turca nata come barca da pesca e da carico costruita in legno. Il caicco è molto spazioso, ha una larghezza notevole rispetto alle barche a vela e per questo garantisce un maggiore spazio e dunque un maggiore comfort. Per una crociera in caicco è possibile affittare una sola cabina oppure anche tutta la barca con tanto di equipaggio. E la vacanza è servita.

Per chi al super lusso non può rinunciare, tanto meno in vacanza, si possono affittare yacht e velieri lussuosi, ma anche un caicco extra lusso. I prezzi vanno di conseguenza. Ma forse questo tipo di vacanza è un lusso che può essere più a portata di tasca di quanto si immagini. Innanzitutto è molto più conveniente noleggiare uno yacht che acquistarlo.

Nonostante il momento di crisi economico, infatti, il mercato degli yacht sembra resistere e non si abbassa di un solo centesimo. E poi si sa in barca si possono raggiungere spiagge e calette che i normali turisti possono solo sognarsi. L'importante è scegliere bene la compagnia per il viaggio visto che in barca la convivenza forzata si rende spesso necessaria.

Eleonora Tedeschi

6 Luglio 2010

Commenti

Inserisci il tuo commento