Dalla pietra al design, al via Marmomacc 2010

La nuova edizione, da oggi fino a sabato 2 ottobre a Veronafiere, assegnerà all'architetto e designer Patricia Urquiola il Premio Donna del Marmo

All'insegna del Made in Italy e dei nuovi mercati si apre la 45esima edizione di Marmomacc, la Mostra Internazionale di pietre, design e tecnologie.

Non solo convegni, workshop e incontri tra buyer e operatori del settore, l'evento svela fin dalla locandina "the other side of the stone", attraverso mostre di architetture e design, anteprime con progettisti internazionali e happening culturali. Per il quarto anno consecutivo "Marmomacc Meets Design" invita aziende e singole personalità a indagare l'altro lato della pietra, stavolta sul tema Irregolare-Eccezionale.

Tra i lavori esposti ci sono il pensatoio da esterni in pietra grigia e legno di Thomas Sandell con Marsotto e la linea di mobili realizzata con la crosta dei blocchi di calcare pugliese di Philippe Nigro con Regione Puglia. Il ruvido e finora "scartato" materiale è stato reinterpretato anche da altri creativi e trasformato in tavole, sedie, salotti e piatti per un design moderno, come dire dalla cava alla casa.

Tra le altre personalità note ci sono Luca Scacchetti con Finstone S.A.R.L., Aldo Cibic con Grassi Pietre, Giovanni Vragnaz con Iaconcig, Marco Piva con MGM Furnari, Manuel Aires Mateus con Pibamarmi, Tomás Alonso, Stefan Diez, Luca Nichetto e Riccardo Blumer e l'Accademia di Architettura di Mendrisio che con il Consorzio Marmisti Bresciani presenteranno un progetto di arredo urbano in botticino per la città di Varese.

Partecipazione doppia per Patricia Urquiola, architetto e designer spagnola ma di adozione milanese, che a Veronafiere sarà in concorso con Budri e riceverà il Premio Donna del Marmo 2010, riconoscimento assegnato annualmente dall'Associazione Nazionale Le Donne del Marmo.

Alla pietra allo stato puro, ancora non estratta e levigata, invece sono dedicati una mostra a cura di Vincenzo Pavan e un convegno sul tema del recupero delle cave di pietra e la costruzione del paesaggio.

Marmomacc 2010 non parla solo italiano. Infatti, sugli oltre 1500 espositori 798 sono esteri con un incremento del 9% rispetto all'edizione 2009 e con le new entry di Emirati Arabi, Messico, Romania e Ucraina. A confermare l'internazionalità dell'evento è anche la riconfermata collaborazione con StonExpo di Las Vegas, la più importante rassegna del nord America, e l'incontro con l'architetto statunitense di origini italiane Loretta Fulvio, vicepresidente e senior interior designer dello studio Hks, che a Veronafiere racconterà in che modo gran parte del marmo italiano sia diventato protagonista nella costruzione del Cowboys Stadium di Dallas.

A chiudere i quattro giorni dedicati alla pietra sarà l'assegnazione del Premio Tesi di Laurea "Paesaggio, architettura e design litici", in programma sabato 2 ottobre alle ore 12 con lo scopo di promuovere una consapevole cultura della pietra.

Fino al 3 ottobre invece il marmo bianco di Carrara sarà protagonista in Piazza Affari a Milano, modellato nella forma di un provocatorio dito medio dall'artista Maurizio Cattelan sotto la sigla L.O.VE.

Giusy Palumbo

29 Settembre 2010

Commenti

Inserisci il tuo commento