Bono Vox e Louis Vuitton insieme per l'Africa

Il leader degli U2 e il luxury brand collaborano ad un'iniziativa ideata per sostenere il commercio in Africa. E a Parigi l'Africa va in mostra

Moda ed etica sono due parole che al giorno d'oggi viaggiano sempre più spesso insieme e sempre più frequenti sono, di conseguenza, le iniziative che mirano a sensibilizzare l'opinione pubblica su temi come la solidarietà o la tutela dell'ambiente.

L'ultima novità sul campo viene da uno dei brand più noti al mondo, che, insieme al leader degli U2, Bono Vox, ha voluto accendere i riflettori sull'Africa nella speranza di promuovere un nuovo tipo di commercio con il Paese, nel tentativo di renderlo "eticamente" più corretto.

Durante la settimana della moda francese Bono Vox ha inaugurato con un grande party pieno di celebrities internazionali  "Africa Rising", una mostra realizzata in collaborazione con il brand che proprio per promuovere una moda più impegnata il cantante degli U2 ha fondato qualche anno fa insieme a sua moglie Ali Hewson. Si tratta di Edun, un marchio che tra gli obiettivi principali ha quello di sponsorizzare il commercio con l'Africa, favorendo quando possibile i rapporti tra i grandi nomi della moda e il Paese, così da abbattere la povertà diffusa tra la popolazione. 

Curata da Marguerite de Sabran e Jean Pigozzi, l'esposizione, situata strategicamente nell'edificio di fronte al quartier generale di Louis Vuitton, in rue du Pont Neuf, "Africa Rising" raccoglie le opere più importanti dell'arte africana contemporanea e degli artisti della Fondazione Zinsou.

Proseguendo per i piani dell'edificio teatro della mostra ancora per qualche giorno, l'esposizione offre una raccolta di scatti realizzati da Kevin Ito che ha documentato l'operato di Edun in Africa e i filmati realizzati da Peter Sutherland. Anche Louis Vuitton, che da un anno circa è proprietario di parte delle quote di Edun, ha uno spazio dedicato in "Africa Rising". 

Al secondo piano del palazzo che ospita la mostra infatti è esposta la Keepall 45 Monogram Révélation, l'edizione speciale della borsa da viaggio realizzata da Louis Vuitton in tandem con Edun per raccogliere fondi a favore di Technoserve per la Conservative Cotton Initiative in Africa a Chernobyl Children International.

Per promuovere l'iniziativa, Louis Vuitton ha ideato la campagna pubblicitaria "Every Journey Began In Africa" – con tanto di annesso merchandising – che ha destato non poche polemiche. Nelle immagini Bono Vox e la moglie Ali Hewson scendono da un aereo direttamente nella savana interamente vestiti Edun, cosa che non è piaciuta ai consumatori che l'hanno sentita come una "mossa pubblicitaria" troppo esplicita, nonostante il ricavato della vendita dei capi pubblicizzati fosse destinato ad opere di beneficienza. Il backstage dello spot, realizzato da una delle grandi firme della fotografia di moda, Annie Leibovitz, è attualmente esposto al primo piano del palazzo che ospita la mostra.

Donatella Perrone

15 Ottobre 2010

Commenti

Inserisci il tuo commento