Salone Nautico Internazionale di Venezia alla sua decima edizione

L'attesissimo evento si è concluso con il plauso di organizzatori e visitatori. Novità, storia, tecnologia, rispetto ambientale e tanto glamour.

Il 10 aprile si è concluso la decima edizione del Salone Nautico Internazionale di Venezia, appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati del mare. Ben 80 mila visitatori provenienti dal centro-nord Italia, Austria, Slovenia e Croazia, più di 200 barche, di cui 150 a terra, almeno 150 espositori e circa 300 marchi rappresentati: questi i numeri del successo della decima edizione della kermesse veneziana.

La grande novità di quest'anno è stata rappresentata dalla doppia sede espositiva in cui si è articolata la manifestazione: nella bellissima cornice del Parco di San Giuliano, sono state esposte le imbarcazioni di piccole e medie dimensioni, quali gommoni, derive e canoe, oltre all'accessoristica e all'abbigliamento; mentre l'Arsenale è stato riservato alle imbarcazioni più grandi. Così una doppia occasione per gli espositori per usufruire di maggiori spazi sia in strutture coperte, sia in acqua. La nuova location ha facilitato anche i visitatori, che facilmente hanno potuto raggiungere la destinazione posta vicina all'uscita autostradale, all'aeroporto e alla Stazione.

La kermesse veneziana ha offerto nuove soluzioni e prospettive all'insegna della ricerca tecnologica. Inoltre, la manifestazione offre un panorama a 360 gradi sul mondo della nautica, diversificandosi nei vari settori, da quello merceologico all'editoria specializzata.

Il calendario di eventi si è arricchito anche di convegni su temi di attualità, di design e architetture della nave oltre a numerose proposte per sportivi di tutte le età. Così i Circoli della Vela, che fanno parte del Polo Nautico Puntasangiuliano, hanno organizzato molte regate e gare di motonautica, oltre alle numerose prove gratuite in acqua di remo e vela.

Alle attività sportive e a quelle più culturali, sono stati sono affiancati anche molti ed esclusivi eventi mondani e spettacoli all'insegna del glamour.

Tra le varie proposte innovative di quest'anno, la manifestazione ha presentato molti progetti nautici eco-compatibili, cioè nel pieno rispetto dell'ambiente.

Così FNM Marine ha presentato il suo sistema ibrido, progettato per una navigazione a emissioni zero, mentre V project ha esposto il suo modello Nyami 54, dotato di batterie al litio e costruito interamente con materiali riciclabili.

Lorenzo Pollicardo, curatore del Salone, ha così dichiarato riguardo il successo della kermesse: «Da Venezia riparte un forte segnale di ripresa del mercato della nautica, dopo la crisi degli ultimi anni. Il Salone Nautico di Venezia ha valorizzato il settore della piccola media nautica, che oggi si esprime ancor più fortemente in termini qualitativi, generando offerte di lusso anche in questo settore... Venezia si propone quindi di diventare il Salone del Veneto».

 

Anastasia Mazzia

14 Aprile 2011

Commenti

Inserisci il tuo commento