Zagliani: nuove borse di lusso per l'Uomo

L'azienda artigianale milanese, votata alla pelletteria di alto profilo, incremento l'offerta di prodotti per il "sesso forte".

Mentre l'Italia stava recuperando a fatica dalle sofferenze della guerra, i primi imprenditori coraggiosi si affacciavano nel panorama economico della Penisola creando prodotti che, in alcuni casi, sono diventati dei veri "cult" conosciuti in tutto il Paese e in tutto il mondo. Tra questi coraggiosi pionieri post bellici, c'è la giovane Bruna Zagliani, che nel 1947 inizia a creare borse e accessori in coccodrillo che piano piano si allargano a Milano (città di nascita) poi al resto d'Italia e poi nelle più eleganti boutique di tutta Europa.

Dopo vari passaggi di mano, la Zagliani arriva nelle mani di un nuovo manager, che nel 2002 sente il bisogno di trasformare in contemporaneo il patrimonio artigianale che da sempre caratterizza l'azienda nella produzione di borse in pelli esotiche.

E così inizia la ricerca di un particolare trattamento per rendere le pelli diverse e potere per emergere nel mercato. E questa caparbietà è stata premiata quando è stato trovato un sistema, poi brevettato, per rendere le pelli morbide, soffici, molto resistenti e dai colori accesi, che tutt'ora vengono create a mano in un laboratorio di Milano.

Nel settembre 2006, la prima collezione di borse con marchio Zagliani riscontra un successo di mercato impressionante soprattutto grazie a Puffy, la borsa morbida in oro 18kt, simbolo della svolta di Zagliani, che rappresenta una rivoluzione nel mondo delle borse per il quale il pubblico ha manifestato apprezzamento a partire dall'anno successivo.

Il principio che traina la produzione di una borsa Zagliani è infatti quello dell'artigianato adattato alle esigenze di una donna moderna, indipendente, pratica e al contempo sofisticata ed elegante.

Ma le collezioni Zagliani sono anche per l'uomo: da quest'anno la collezione maschile si arricchisce con decisione, introducendo la piccola pelletteria e definendo quindi sempre meglio l'Uomo Zagliani. È lo struzzo a giocare la carta protagonista, perché contemporaneo, morbidissimo e assolutamente chic.

colori? Blu, quel quid misterioso che lo rende un colore sempre amato; gesso, neutralità di forte impronta maschile; nero, sine qua non.

Il borsone di stagione è Tokyo, in vitello forato e dall'eleganza senza tempo. Perfetto per riporvi il proprio laptop, abbinando praticità ed eleganza. L'Uomo Zagliani è lo scaltro compromesso tra discrezione e ricercatezza estrema.

Nel settembre 2009 Zagliani ha poi annunciato la partnership di lungo termine con Labelux Group, gruppo specializzato nel settore dei beni di lusso con sede a Vienna e Milano. Attraverso questa collaborazione, l'azienda comincia la distribuzione diretta del suo prodotto sia attraverso il suo showroom di Milano sia con l'apertura di negozi monomarca.

 

Andrea Barbieri Carones

27 Aprile 2011

Commenti

Inserisci il tuo commento