Shard London Bridge: la torre più alta d'Europa

Il nuovo capolavoro di Renzo Piano sarà inaugurato nel 2012 in coincidenza con le Olimpiadi di Londra

Prima ancora che il film della saga tolkieniana "Il Signore degli Anelli" del 2001 mostrasse al mondo l'impressionante "Dark Tower" ("Torre Nera" o anche "Barad-dûr"), l'architetto italiano Renzo Piano aveva già elaborato una bozza di quello che sarà conosciuto come lo "Shard of Glass" di Londra.

Per realizzare questa Torre di 306 mt d'altezza la compagnia inglese Sellar Property Group, sostenuta da un consorzio di quattro banche del Qatar, ha dovuto raccogliere ben 2 miliardi di sterline. La costruzione è stata avviata all'inizio di quest'anno e quando nel 2012 sarà completata –in tempo per i Giochi Olimpici-, vanterà il titolo di edificio più alto dell'Europa occidentale, e sarà la nuova icona della capitale inglese.

Sviluppata su 72 piani misti più altri 15 piani della guglia, ospiterà spazi per uffici, ristoranti e residenze di lusso con relativi servizi.

Per questo progetto il celebre architetto genovese, sebbene l'avesse immaginato come una "City in the Sky" ("Città nel Cielo"), non si è ispirato al "Signore degli Anelli", bensì alle guglie delle chiese cinquecentesche che svettano nel cielo di Londra e alle vele più alte delle navi che storicamente attraccavano sul Tamigi.

E nella parte superiore della guglia non ci sarà il mostruoso occhio di fuoco della Dark Tower, ma una piattaforma panoramica aperta al pubblico: posizionata al doppio dell’altezza della London Eye, occupando i primi cinque piani dello Shard offrirà una vista mozzafiato della città.

Godranno di terrazze panoramiche anche le residenze di lusso posizionate dal 53mo al 65mo piano, servite dallo Shangri-La Hotel & Resorts Group, che sarà operativo anche con il suo primo hotel a 5 stelle nel Regno Unito, sviluppato dal 34mo e il 52mo piano con 195 lussuose camere e suite.

Lo Shard sarà pure nuova sede del "Transport for London", essendo situato nel London Bridge Quarter, sopra la principale area d'interscambio dei mezzi di trasporto pubblico, che include bus, due principali linee della metropolitana e, naturalmente, la London Bridge station, una delle stazioni ferroviarie più trafficate della city.

Con tutto questo l'intero complesso, una volta completato, diventerà non solo un prestigioso indirizzo commerciale e residenziale, ma anche centro nevralgico di trasporto e nuovo simbolo d'orgoglio della capitale britannica, tanto più in vista delle prossime olimpiadi londinesi del 2012.

Carla Astengo

14 Settembre 2009

Commenti

Inserisci il tuo commento

Offerte di lavoro retribuite a partire da € 50.000 annui ed head hunter iscritti ad Experteer.it